La Corte di Appello di Brescia respinge l'appello dell'Avv. Taormina contro l'Ordinanza del Tribunale di primo grado che lo aveva condannato a risarcire l'Associazione Avvocatura per i diritti Lgbti-Rete Lenford per le dichiarazioni omofobe e discriminatorie rese durante una trasmissione radiofonica.

L'Avv. Taormina, dopo aver espresso giudizi negativi sulle persone omosessuali, aveva sostenuto che non avrebbe mai assunto nel suo studio collaboratori omosessuali.

Da un po’ di tempo a questa parte i movimenti cattolici più oltranzisti, supportati dall’estrema destra e da partiti xenofobi, fanno ricorso a qualsiasi mezzo pur di impedire l’adozione di riforme giuridiche tese a ridurre la discriminazione delle persone non-eterosessuali e di contrastare il dibattito e la diffusione della conoscenza sui temi delle famiglie costituite da persone dello stesso sesso. 
Si servono di argomenti mistificanti, come la presunta esistenza di una “ideologia gender” o “teoria del genere” -efficace trovata retorica che essi stessi hanno inventato-, di una rete di sostegno politico e finanziario vasta e capillare e di manovalanza obbediente ed indottrinata. 

Il Tribunale dei minori di Bologna, con ordinanza 10 novembre 2014, ha  sollevato la questione di legittimità costituzionale degli articoli 35 e 36 della legge 184 del 1983 nella parte in cui impediscono il riconoscimento della sentenza straniera che abbia pronunziato l'adozione di un minore, figlio biologico di una donna, in favore della partner della stessa a lei unita da matrimonio nello Stato di Washington. Di seguito alcune brevi note dell'Avv. Roberto de Felice.

logotoscanaE' disponibile il rapporto finale del progetto "Osservatorio permanente per la lotta contro le discriminazioni determinate dall'orientamento sessuale o dall'identità di genere" finanziato dalla Regione Toscana e conclusosi il 28 novembre scorso. 

Clicca qui per leggere il rapporto.

logotoscanaE' disponibile il rapporto finale del progetto "Omofobia, transfobia e bullismo" finanziato dalla Regione Toscana e conclusosi il 28 novembre scorso.

Clicca qui per leggere il rapporto.

call for paperIn vista della Conferenza finale del progetto "Litigious Love: coppie same-sex e mediazione nell'Unione Europea", che si svolgerà a Bergamo nei giorni 22-23 maggio 2015, si intende procedere ad una raccolta di contributi sul tema dell'accesso alla giustizia da parte delle persone LGBTI.

La Conferenza mira ad approfondire le questioni socio-giuridiche e gli aspetti processuali che caratterizzano i dibattiti e le prassi sul tema dell'accesso alla giustizia e della risoluzione dei conflitti che coinvolgono le persone LGBTI. Una particolare attenzione sarà riconosciuta

RETE LENFORD 580 300 SLIDE HOMEIl 22 novembre scorso Avvocatura per i diritti LGBTI si è riunita in assemblea per il rinnovo delle cariche sociali.

Il nuovo Consiglio esecutivo, costituito dai soci e dalle socie eletti/e Maria Grazia Sangalli, Caterina Caput, Miryam Camilleri, Roberto Vergelli, Giovanni Genova, Roberto De Felice e Luca Morassutto , riunitosi a margine dell’assemblea e nella successiva riunione del 26 novembre, nel ringraziare l'operato di chi l'ha preceduto, ed in particolare

La Procura di Udine dà ragione a Rete Lenford e riconosce che il Prefetto non può cancellare la trascrizione nei registri dello stato civile del matrimonio avvenuto all’estero, anche se non ravvisa la commissione di reati da parte del Prefetto, per l’impossibilità di riconoscere il dolo nelle fattispecie di reato prese in considerazione.

bullismoIl prossimo 28 novembre si concluderanno le attività del progetto Omofobia, transfobia e bullismo, finanziato dalla Regione Toscana con Decreto Dirigenziale n. 6136 del 17 dicembre 2012.

Grazie al sostegno della Regione Toscana, Avvocatura per i Diritti LGBTI in sinergia con le associazioni LGBTI toscane ha potuto offrire a 1000 studenti oltre 400 ore di prevenzione e sensibilizzazione al tema del bullismo omotransfobico.

Nel mese di dicembre verrà pubblicato il report finale del progetto con tutti i dettagli delle attività svolte.

polizia localeSi sono concluse con successo le giornate di informazione alla polizia locale che Avvocatura per i Diritti LGBTI ha organizzato insieme alla Regione Toscana all'interno del progetto Osservatorio permanente per la lotta contro le discriminazioni determinate dall'orientamento sessuale o dall'identità di genere in Toscana.